LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata

PROSTATA ingrossata Sintomi e il migliore Rimedio naturale.

Come un uomo di godere di massaggio prostatico

In Italia nel sono stati stimati Sono previsti nuovi casi per uomini e 5 per donne. Ogni giorno vengono diagnosticati nuovi malati e 30 sono al di sotto dei 40 anni AIOM sett. Il miglior trattamento LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata sempre la prevenzione. Queste considerazioni impongono un cambio di strategia che preveda una maggiore e più stretta collaborazione tra oncologo, medico di medicina generale, anatomo patologo, biologo molecolare, radiologo, specialisti di diverse branche, infermieri, malati ed associazioni di volontariato per elaborare percorsi interdisciplinari appropriati ed efficaci.

La prevenzione del cancro si basa sulla conoscenza della storia naturale della malattia fig. Dos Santos Silva. Durante questo lungo periodo si assiste alla comparsa di tutte quelle alterazioni genetiche ed a quella serie di eventi che rendono il processo neoplastico irreversibile. La malattia poi va incontro a progressione e compaiono i primi segni e sintomi che inducono il malato a recarsi dal medico per la diagnosi. Questo percorso si basa su una concezione di malattia evolutiva a genesi multifattoriale che diventa irreversibile grazie ad una serie di alterazioni patologiche sequenziali.

Le misure da adottare sono rivolte a soggetti asintomatici e sono molteplici modifica degli stili di vita, chemio-prevenzione, vaccini etc.

Infatti dal punto B al punto C la malattia ha raggiunto dimensioni tali da renderla rilevabile con le attuali tecnologie, prima che si manifestino i sintomi. A tale proposito sono stati elaborati dei modelli di calcolo che quantificano il rischio di cancro. Uno di questi è il modello di Gail per il carcinoma mammario. Si basa sulla valutazione di alcuni parametri come età, razza, menarca, età del primo parto, numero di biopsie mammarie, presenza o assenza di iperplasia atipica, familiarità positiva per carcinoma mammario.

Gran parte di queste LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata geniche possono essere rilevate con un semplice esame del sangue o con un prelievo di tessuto. Questi, come si descriverà più avanti, sono per la gran parte modificabili e rappresentano la vera sfida da affrontare per la prevenzione oncologica.

È responsabile di circa un terzo delle morti per cancro grazie a molte sostanze chimiche e ad almeno 69 cancerogene conosciute che possono agire danneggiando i tessuti con meccanismo diretto oppure provocando processi infiammatori e rottura delle barriere fisiologiche.

La prevenzione ideale nei confronti di tutte queste neoplasie è evitare il fumo di tabacco soprattutto nei giovani, attivando campagne divulgative ed informative. Smettere di LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata ha effetti benefici sulla salute che sono evidenti precocemente dal momento della sospensione, anche nei fumatori inveterati.

Frequenti scottature raddoppiano il rischio di melanoma e si associano ad una significativa presenza di carcinomi basocellulari. La quantità di crema da applicare dovrebbe essere circa g. A queste precauzioni andrebbero aggiunti abiti, cappelli ed occhiali di protezione, soprattutto in soggetti molto giovani con pelli chiare.

Le abitudini LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata sono importantissime, infatti non a caso si dice che la prima prevenzione la attuano le mamme quando fanno la spesa.

Questi ultimi tumori sono spesso associati anche al virus di Epstein—Barr. Attualmente sostanze sono classificate nel gruppo LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata e sono ritenuti certamente responsabili dello sviluppo di neoplasie. In questo ambito gli screenings sui tumori più frequenti giocano un ruolo fondamentale. Devono essere sicuri, per non esporre a rischi; accettabili, per garantire adeguata adesione; sostenibili economicamente, per non gravare eccessivamente sui servizi sanitari; utili, per offrire adeguato impatto sulla storia della malattia; attendibili con specificità molto alta e buon livello di sensibilità, per essere il più possibile affidabili.

Solo i primi tre saranno oggetto di questa trattazione. In Italia infatti si propone una mammografia ogni due anni per le donne dai 50 ai 69 anni.

A tale proposito alcuni hanno suggerito di sostituire la mammografia con la risonanza magnetica MRI ma al momento non è proponibile un uso della MRI su larga scala.

In donne ad alto rischio ha mostrato maggiore sensibilità ma minore specificità in uno studio comparativo nei confronti della mammografia con un eccesso di falsi positivi e di conseguenti biopsie.

Una RMN mammaria annuale attualmente viene raccomandata solo nelle donne portatrici di mutazione del gene BRCA o altre mutazioni note della linea germinale e altre situazioni che condizionino un alto rischio di cancro della mammella, in coloro che hanno familiari di primo grado portatori di mutazioni, in soggetti con anamnesi personale di mammelle sottoposte a radiazioni tra i 10 ed i 30 anni.

Subito dopo il carcinoma della mammella il cancro della cervice uterina è la neoplasia per la quale esistono le maggiori evidenze di efficacia dello screening grazie al test di Papanicolau PAP test. Dai 35 aa è preferibile associare anche il test per HPV. Lo screening si ferma a 65 aa per le donne che sono state seguite regolarmente e che non sono a rischio di carcinoma della cervice per altri motivi.

Anche i soggetti immunodepressi o con esposizione uterina al dietilstilbestrolo potrebbero richiedere un monitoraggio più frequente. Per la prevenzione del carcinoma del colon retto esistono due modalità di screening : esame delle feci per la ricerca del sangue occulto ed esami endoscopici o radiologici. Il sangue occulto nelle feci andrebbe eseguito ogni 2 anni tra i 50 ed i 69 anni.

È un LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata molto semplice ed abbastanza economico, che viene effettuato su 3 diversi campioni di feci. Consente di rilevare precocemente la comparsa di carcinomi o adenomi del colon retto. Ha il vantaggio di evitare possibili complicanze endoscopiche come la perforazione o il sanguinamento, ma ha molte limitazioni. Dopo il capitolo degli screenings è doveroso affrontare quello della prevenzione attuato con farmaci e vaccini.

Per il carcinoma mammario femminile, sono disponibili due farmaci: tamoxifene e raloxifene, due modulatori selettivi del recettore estrogenico SERMscon attività estrogenica antagonista e parzialmente agonista. In un altro studio i dati di efficacia sulla riduzione di mortalità non sono stati LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata, per cui il trattamento con tamoxifene non è al momento raccomandato per la prevenzione.

Risultati migliori sono stati ottenuti con il raloxifene, che ha LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata profilo di tossicità con minori effetti collaterali. Come per la mammella, anche per la prostata sembrano esserci due farmaci attivi nella prevenzione del carcinoma: finasteride e dutasteride, inibitori della 5-alfa reduttasi. Tuttavia ancora non sono disponibili dati definitivi. Al termine di questo excursus sulla prevenzione qualche cenno merita sicuramente la prevenzione chirurgica.

Soggetti a rischio per caratteristiche ereditarie o genetiche possono infatti beneficiare della chirurgia. È il caso dei portatori di mutazione LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata gene BRCA per i quali possono essere indicate la mastectomia e la salpingo-annessiectomia profilattiche o per i portatori di poliposi adenomatosa familiare FAP per i quali è proposta la colectomia.

La colectomia profilattica è indicata per i soggetti con FAP, che oltre a presentare centinaia o anche migliaia di LF Vasilyeva La disfunzione dellutero e della prostata del colon, possono sviluppare carcinomi. I ricercatori hanno messo a punto un nuovo test, denominato CancerSEEK, basato su un semplice prelievo di sangue, che migliorerebbe la diagnosi di cancro.

Tuttavia la strada è aperta ed il futuro offre nuovi sviluppi positivi. In Italia è stato implementato un sistema di sorveglianza nazionale, denominato PASSI, che indaga i fattori comportamentali di rischio per la salute e la diffusione degli interventi di prevenzione messi in campo dalle Aziende Sanitarie per la tutela del benessere dei cittadini con anni.

Attivo dalPASSI raccoglie dati di continuo e per questo consente di rappresentare fenomeni nel tempo cogliendo le variazioni dei fattori di rischio o gli effetti delle azioni preventive. Quindi fornisce indicazioni utili sia alla progettazione delle azioni sia alla loro valutazione. I forti fumatori che fumano almeno 20 sigarette sono 2. Il fumo di tabacco, oggi in Italia, costituisce la prima causa evitabile di morte prematura. Nella popolazione di 30 anni e più, il fumo provoca circa Secondo PASSI in Italia sono fisicamente attive cioè raggiungono i livelli raccomandati oppure svolgono un lavoro che richiede sforzo fisico pesante circa 20 milioni di persone tra i 18 ed i 69 anni.

Le linee guida internazionali raccomandano per gli adulti almeno minuti alla settimana di attività moderata o 75 di attività vigorosa o una combinazione delle due con esercizi di rafforzamento dei maggiori gruppi muscolari da svolgere almeno 2 volte alla settimana malattie cardio-vascolari casi di cancro al seno e al colon casi di diabete tipo II casi di morte prematura.

Le diseguaglianze sociali sono quasi sempre correlate a differenze nello stato di salute e negli stili di vita. Avere maggiori disponibilità economiche e un livello di istruzione più alto, rende più facile condurre stili di vita sani e godere di una salute migliore. Solo per il consumo a rischio di alcol non si nota questo gradiente. Le diseguaglianze sono presenti sia tra gli uomini che tra le donne e anche nei diversi gruppi di età.

A tale proposito si ricorda un preciso e puntuale intervento di Papa Francesco che in un Suo discorso ha detto:. Fact Sheet No World Health Organization. February ; Accessed: December 28, NORA T. CHAO A. WONG O. Recommendations on cancer screening in the European union. Cervical cancer screening programs. Preventive Services Task Force. Screening for cervical cancer: U.

Screening for ovarian cancer: U. Committee Opinion No. National Comprehensive Cancer Network. Accessed: November 27, Una vera cultura popolare, seria, accessibile a tutti, e non basata su interessi commerciali.