C-to della prostata di cosa si tratta

Malattie della prostata - Prostatite, IPB e Tumore della Prostata

Classificazione TNM del cancro alla prostata

La c-to della prostata di cosa si tratta è la procedura chirurgica finalizzata alla rimozione di una o entrambe le tube di Falloppio. La salpingectomia richiede una preparazione specifica, la quale include anche il digiuno, e impone il ricorso all'anestesia generale, la quale comporta l'addormentanto della paziente per l'intera procedura.

Dopo la salpingectomia, è previsto un periodo di ricovero ospedaliero, a cui deve c-to della prostata di cosa si tratta un adeguato programma di recupero. La salpingectomia è l'intervento chirurgico di rimozione di una o entrambe le tube di Falloppio. Di natura prevalentemente muscolarele tube di C-to della prostata di cosa si tratta sono i due organi cavi dell' apparato genitale femminile che si estendono ai lati della porzione superiore dell'utero per andare a unirsi alle ovaie.

Note anche come salpingi o tube uterine, le tube di Falloppio hanno l'importante compito di raccogliere la cellula uovo od ovocita prodotta dalle ovaie e indirizzarla verso l' utero per un'eventuale fecondazione.

La salpingectomia con finalità preventive è quell'intervento chirurgico che gli specialisti consigliano, in combinazione con l'ovariectomia, alle donne portatrici fin dalla nascita di un'alterazione a carico dei geni BRCA1 o BRCA2 ; mutazioni congenite in questi due geni, infatti, sono note per predisporre i soggetti di sesso femminile allo sviluppo di tumori come il cancro alle ovaie, il cancro al seno e il cancro alle tube di Falloppio. La salpingectomia a carico di entrambe le tube di Falloppio priva in modo definitivo l'apparato genitale femminile di organi fondamentali all'incontro tra cellula uovo e spermatozoi; una siffatta conseguenza, quindi, fa di questo intervento chirurgico un metodo contraccettivo permanente a cui possono ricorrono tutte le donne in età fertile che non vogliono avere figli o non vogliono più averne.

La salpingectomia monolaterale è l'intervento chirurgico di rimozione di una sola delle due tube di Falloppio. La salpingectomia bilaterale è la rimozione chirurgica di entrambe le tube di Falloppio.

La salpingectomia combinata all'ovariectomia prende il nome di salpingo-ovariectomia. La salpingo-ovariectomia si definisce monolaterale, se interessa un'ovaia e la tuba di Falloppio collegata, o bilaterale, se riguarda entrambe le ovaie ed entrambe le tube di Falloppio. La salpingectomia eseguita in combinazione all'ovariectomia e all'isterectomia si chiama più propriamente salpingo-ovariectomia con isterectomia o isterectomia con salpingo-ovariectomia. In genere, la salpingo-ovariectomia con isterectomia interessa entrambe le ovaie e le tube di Falloppio, pertanto non esiste, per l'intervento in questione, una distinzione in monolaterale e bilaterale.

Le istruzioni c-to della prostata di cosa si tratta sono quelle indicazioni che un paziente deve avere l'accortezza di seguire nei giorni precedenti una certa procedura chirurgica. Se è prevista una salpingo-ovariectomia ossia una salpingectomia associata a ovariectomia o una salpingo-ovariectomia con isterectomia, la paziente è tenuta ad assumere, a un giorno dall'intervento, un prodotto per la c-to della prostata di cosa si tratta intestinale ; inoltre, dovrà aspettarsi in ogni caso un ricovero ospedaliero di almeno una giornata questo perché ovariectomia e isterectomia rendono più invasiva l'intera procedura.

L'intervento di salpingectomia comprende sostanzialmente due fasi : una prima fase riservata all'anestesia della paziente e una seconda fase dedicata all'asportazione di una o entrambe le tube di Falloppio. È da segnalare che, quando oltre alla salpingectomia sono previste l'ovariectomia e l'isterectomia o solo l'ovariectomia, la seconda fase includerà anche l'asportazione rispettivamente di ovaie e utero o di solo le ovaie.

La pratica dell' anestesia dà inizio, di fatto, alla salpingectomia. L'anestesia rappresenta un passaggio obbligatoin quanto permette alla paziente di non avvertire dolore durante l'intervento chirurgico. In genere, il tipo di anestesia adottata in occasione degli interventi di salpigectomia è l' anestesia generale ; c-to della prostata di cosa si tratta pratica anestetica comporta l'addormentamento della paziente per tutta la durata dell'operazione.

L'esecuzione dell'anestesia spetta a un anestesistaossia un medico specializzato in Anestesiologia e Rianimazione. Attualmenteesistono due diverse tecniche chirurgiche per eseguire la rimozione di una o entrambe le tube di Falloppio:.

La scelta della tecnica chirurgica impiegata per la realizzazione di una salpingectomia non è casuale, ma dipende da fattori quali: lo scopo dell'intervento, la condizione da curare e lo stato di salute della paziente. La figura medica specificatamente preparata a realizzare la fase cruciale della salpingectomia è il ginecologo. In occasione degli interventi di salpingectomia addominale, il c-to della prostata di cosa si tratta effettua la rimozione di una o entrambe le tube di Falloppio attraverso un' incisione di qualche centimetro in sede addominale da lui stesso praticata.

Alla rimozione di una o di tutte e due le tube di Falloppio, seguono, nell'ordine, la riparazione dei muscoli addominalila chiusura dell'incisione tramite punti di sutura e il bendaggio dell'area operata. A causa delle dimensioni non trascurabili dell'incisione chirurgica, la salpingectomia addominale non è soltanto la tecnica chirurgica più invasiva delle due possibilima anche quella a più alto rischio di effetti avversi.

Durante gli interventi di salpingectomia laparoscopica, il ginecologo accede agli organi da rimuovere attraverso 3 piccole incisioni di un centimetro scarso praticate a livello addominale c-to della prostata di cosa si tratta mediante l'impiego di strumenti chirurgici chiaramente, delle dimensioni delle suddette incisionitra cui il cosiddetto laparoscopio.

All'asportazione degli organi seguono, come nel caso precedente, la chiusura delle incisioni tramite punti di sutura e il bendaggio delle ferite. La salpingectomia eseguita con tecnica laparoscopica è una soluzione minimamente invasiva: essa, infatti, consente l'asportazione di una o entrambe le tube di Falloppio senza il ricorso a grandi incisioni.

La minima invasività della salpingectomia laparoscopica comporta una riduzione importante dei tempi di ricovero e di recupero post-operatorio. Oggi, nelle strutture ospedaliere più all'avanguardia, i medici che praticano la salpingectomia laparoscopica possono avvalersi di un robot, c-to della prostata di cosa si tratta quale consente loro di eseguire interventi ancora più precisi e meno invasivi salpingectomia robotica.

Nel caso in cui la salpingectomia fosse associata ad altri interventi ovariectomia e isterectomiala sua durata aumenta anche di un paio di ore. Alla conclusione della salpingectomia segue un periodo di ricovero in ospedale allo scopo di mantenere sotto stretta osservazione le condizioni della paziente; la durata di tale ricovero dipende dall'invasività della tecnica chirurgica impiegata: più l'intervento è stato invasivo e più lungo è il periodo di ricovero che seguirà.

Terminato il ricovero quindi a dimissioni avvenutela paziente reduce da salpingectomia deve attenersi a uno specifico programma di recuperobasato sul riposo dalle attività stancanti e altri importanti accorgimenti. In genere, la durata del ricovero ospedaliero c-to della prostata di cosa si tratta di giornidopo una salpingectomia addominale, e di giornidopo una salpingectomia laparoscopica. È da segnalare che il ricovero ospedaliero successivo alla salpingectomia comporta l'istallazione di un catetere vescicaleil collegamento a una flebola somministrazione di antidolorifici e, esclusivamente in caso di salpingectomia addominale, l'ulteriore collegamento a un tubo di drenaggio addominale quest'ultimo serve a evitare l'accumulo di sangue laddove il ginecologo ha praticato l'incisione.

Nel caso in cui la salpingectomia abbia previsto l'anestesia generale, è altamente probabile che, al risveglio, la paziente lamenti stanchezza, confusionemancanza di equilibrio, lentezza nei riflessi e mal di testa ; si tratta di sensazioni temporaneeconseguenti alla suddetta pratica anestetica, che svaniscono nell'arco delle 24 ore successive al risveglio.

Salvo casi particolari, la rimozione dei punti di sutura applicati durante la salpingectomia avviene giorni dopo l'intervento. I tempi di recupero dalla salpingectomia sono tanto più lunghi, quanto più è stata invasiva la tecnica chirurgica adottata.

Generalmente, il recupero completo avviene:. Quando la salpingectomia è combinata c-to della prostata di cosa si tratta ovariectomia ed c-to della prostata di cosa si tratta a isterectomia, il ricovero e i tempi di recupero si allungano, e l'astensione da certe attività si protrae per più tempo.

La salpingectomia è una pratica sicura ; è doveroso ricordare tuttavia che si tratta pur sempre di un intervento di chirurgia maggiore, pertanto la sua esecuzione è sempre associata a un certo margine di rischio non eliminabile.

Quando è bilaterale, la salpingectomia ha una serie di ripercussioni rilevanti sulla fertilità della paziente. La morte dovuta alla pratica dell'anestesia generale è un fenomeno che riguarda 1 individuo ogni Le donne sottoposte a salpingectomia bilaterale non possono più avere figli per via naturalema possono comunque vivere l'esperienza di una gravidanza, se ricorrono alla fecondazione in vitro.

Quanto appena affermato c-to della prostata di cosa si tratta anche in caso di salpingo-ovariectomia bilaterale in tale caso, serve anche una terapia ormonale ad hocma non dopo una salpingo-ovariectomia con isterectomia. La salpingectomia è controindicata in caso di cancro alle tube di Falloppio in fase avanzata e a tutte le donne il cui stato di salute non permette loro di tollerare un intervento di chirurgia maggiore.

Se eseguita con tempestività, la salpingectomia con scopi terapeutici garantisce buoni c-to della prostata di cosa si tratta ed è associata a una prognosi benevola. La salpingectomia con finalità contraccettiva si è rilevata un metodo anticoncezionale più efficace della cosiddetta legatura delle tube.

Indicazioni: Quando Serve? Preparazione: cosa prevede? Come si Esegue? Ricovero e Tempi di Recupero. Rischi e Conseguenze. Indicazioni: a cosa serve? Come Si Esegue. Rischi e Complicanze. Recupero e Risultati. La laparoscopia ginecologica è una tecnica chirurgica minimamente invasiva, che consente di osservare ed eventualmente intervenire sugli organi Quando è Indicata?

Quali Rischi comporta? Come avviene la legatura delle tube? È una sterilizzazione permanente? Ecco tutte le risposte in parole semplici. Seguici su. Ultima modifica Generalità La salpingectomia è la procedura chirurgica finalizzata alla rimozione di una o entrambe le tube di Falloppio. Lo sapevi che Nota Bene Se è prevista una salpingo-ovariectomia ossia una salpingectomia associata a ovariectomia o una salpingo-ovariectomia c-to della prostata di cosa si tratta isterectomia, la paziente è tenuta ad assumere, a un giorno dall'intervento, un prodotto per la pulizia intestinale ; inoltre, dovrà aspettarsi in ogni caso un ricovero ospedaliero di almeno una giornata questo perché ovariectomia e isterectomia rendono più invasiva l'intera procedura.

Lo sapevi che… La morte dovuta alla pratica dell'anestesia generale è un fenomeno che riguarda 1 individuo ogni Antonio Griguolo. Ginecologo: Chi è? Di Cosa si Occupa? Tube di Falloppio Salpingi Vedi altri articoli tag Tube di falloppio.

Ovariectomia: Cos'è? Laparoscopia Ginecologica: Cos'è? Chiusura delle tube: tutto quello che devi sapere Come avviene la legatura delle tube? Farmaco e Cura.