Il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia

Ipertrofia Prostatica Benigna - Sintomi, Terapia o Chirurgia (TURP o Laser)

Da quello che è il cancro alla prostata

La radioterapia è uno dei metodi più comuni il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia efficaci per il trattamento del cancro alla prostata, che consente di fermare lo sviluppo di una neoplasia e distruggere le cellule tumorali con l'aiuto di radiazioni mirate a un tumore.

La radioterapia consiste in radioterapia remota uso esterno di radiazioni e brachiterapia effetto ionizzante sul tumore dall'interno - l'efficacia e la fattibilità del metodo scelto dipende dalle caratteristiche individuali del corpo del paziente, dalla possibilità di complicanze in una determinata malattia, ecc. La chemioterapia viene eseguita sia prima dell'intervento chirurgico che dopo l'intervento chirurgico ad esempio dopo la prostatectomia radicale per arrestare la moltiplicazione delle cellule tumorali in organi il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia tessuti sani.

Gli effetti della radioterapia per il cancro alla prostata sono il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia in alcuni casi gli effetti della terapia sono insignificanti e tutti gli effetti collaterali scompaiono quasi immediatamente dopo l'interruzione della terapia, in altri l'effetto negativo è più forte e sono necessari mezzi speciali per alleviare questi sintomi e alcuni effetti sono irreversibili.

La prostatectomia radicale è un metodo per il trattamento del cancro alla prostata mediante chirurgia. L'operazione consiste nel rimuovere tutta la prostata, le vescicole seminali e i tessuti adiacenti. I pazienti che hanno subito una tale operazione sono stati avvisati del continuo rischio di recidiva del cancro alla prostata, pertanto, raccomandano una radioterapia aggiuntiva dopo la prostatectomia radicale.

Nei casi in il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia il tumore è andato oltre la prostata o metastatizzato agli organi e ai tessuti del corpo, la radioterapia è inefficace. Attualmente, nella medicina moderna ci sono diversi tipi principali di radioterapia, e ogni singolo tipo di terapia è efficace con un certo sviluppo del cancro alla prostata.

Considera questi tipi in modo più dettagliato:. Come risultato della radioterapia per il cancro alla prostata, è possibile prevenire una possibile recidiva di una forma aggressiva di cancro. Durante le prime due settimane dopo la radioterapia, non si sono ancora manifestati effetti. Poiché solo alcune aree e organi del paziente sono esposti alla radioterapia, solo questi organi percepiranno gli effetti della terapia.

L'irradiazione nel cancro alla prostata apporta alcuni benefici nelle diverse fasi della malattia:. Dopo aver eseguito la radioterapia, è necessario essere monitorati regolarmente da un medico per il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia l'andamento della malattia.

Approssimativamente il terzo mese dopo la radioterapia, sono testati per PSA. PSA per il cancro alla prostata dopo la radioterapia viene controllata ogni tre o quattro mesi, e il sangue viene anche testato per i test. Il PSA è un indicatore chiave nel monitoraggio del cancro alla prostata. Immediatamente dopo il trattamento con radioterapia, il PSA non scenderà a livelli bassi, ci vorrà del tempo.

Il livello di PSA fluttuerà durante i primi tre anni dopo la terapia: è assolutamente il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia. Tuttavia, dopo una prostatectomia radicale, il risultato del trattamento è immediatamente visibile: il livello di PSA si avvicina a zero e questo indica il successo della procedura.

Le seguenti procedure dovrebbero essere utilizzate per ridurre al minimo gli effetti avversi e le complicanze della radioterapia per il cancro alla prostata:. La radioterapia è attualmente uno dei principali trattamenti conservativi speciali per il cancro alla prostata nel processo localizzato e localmente avanzato.

L'irradiazione remota con l'uso di sorgenti di radiazioni megavolt dispositivo gamma, acceleratori lineari, ecc. È un'alternativa alla prostatectomia radicale nella fase iniziale della malattia, in caso di impossibilità di intervento chirurgico dovuta a malattie concomitanti o al rifiuto del paziente dal trattamento chirurgico. La radioterapia è utilizzata con successo nel carcinoma prostatico localizzato e localmente avanzato.

Allo stesso tempo, negli approcci al trattamento con radiazioni, vari autori hanno differenze significative per quanto riguarda la tecnica e la tecnologia di irradiazione, la quantità di esposizione alle radiazioni e il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia dosi focali totali. Le controindicazioni alla radioterapia sono: la condizione generale grave del paziente, la cachessia cancerosa, la cistite marcata e la pielonefrite, la presenza di una grande quantità di urina residua, insufficienza renale cronica, azotemia Goldobenko GV, L'ultimo decennio è stato caratterizzato da progressi significativi nell'esplorazione delle possibilità della radioterapia per il cancro alla prostata.

L'arsenale di mezzi e metodi di il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia è stato arricchito da nuovi approcci alla radioterapia, alcuni dei quali si sono rivelati molto proficui.

La sua popolarità è dovuta a una serie di evidenti vantaggi rispetto ad altri noti metodi terapeutici. La radioterapia non ha un effetto dannoso sui sistemi cardiovascolare e coagulativo del sangue, cambiamenti in cui sotto l'influenza della terapia ormonale spesso portano a morti premature. Alcuni dati letterari sulla sopravvivenza dei pazienti con carcinoma della prostata trattati con il metodo della radiazione sono presentati in Tabella.

Tabella Risultati della radioterapia per il cancro alla prostata. Tasso di sopravvivenza per 5 e 10 anni. L'efficacia della radioterapia nei pazienti con carcinoma della prostata dipende in gran parte dalla qualità della pianificazione delle radiazioni.

La pianificazione della radioterapia e la sua giustificazione clinica e dosimetrica sono solitamente preceduti dalla preparazione topometrica dei pazienti. A tale scopo, sono ampiamente utilizzati tipi di studi a raggi X quali tomografia computerizzata, risonanza magnetica nucleare, ecc.

Negli ultimi anni, i programmi per computer e dispositivi speciali, la cosiddetta irradiazione conforme, sono ampiamente utilizzati per ottimizzare la radioterapia, che, tenendo conto dell'eterogeneità dei tessuti e della curvatura dell'area irradiata in tre proiezioni, seleziona le condizioni più razionali di esposizione alle radiazioni.

Il carico di radiazioni sui linfonodi iliaci e ostruttivi esterni, la pelle della superficie anteriore e posteriore del corpo del paziente e l'articolazione dell'anca sono stati selezionati come criteri.

La il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia della distribuzione della dose è determinata nei piani frontale, sagittale e orizzontale della parte irradiata del corpo del paziente. Sulla base delle informazioni topometriche ottenute, il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia eseguita un'analisi approfondita della distribuzione della dose per varie opzioni per la terapia gamma a distanza.

La conclusione generale di questi studi è stata il riconoscimento dell'uso razionale di metodi mobili di terapia gamma a distanza in forme localizzate di cancro alla prostata. Sulla base di un esame completo, un'attenta preparazione dosimetrica e, a seconda della prevalenza del processo tumorale, si distinguono le seguenti opzioni per la radioterapia a distanza per il cancro alla prostata.

Irradiazione solo del tumore primario. A seconda delle dimensioni della neoplasia, della sua diffusione agli organi vicini e alle strutture tissutali, la terapia remota a gamma singola o bifasica mobile viene applicata con le diluizioni richieste degli assi di rotazione, angoli di rotazione 90degdeg. Con l'infiltrazione di una o due pareti laterali del bacino, viene utilizzato il metodo di rotazione a due zone con angoli di rotazione di 60degdeg.

La dimensione del campo sull'asse di rotazione, a seconda dei parametri del tumore, varia da 4 x 8 a 9 x 11 cm. Allo stesso tempo, il tumore primitivo, il collo della vescica, la parete anteriore del retto con una diminuzione graduale delle dosi assorbite nella direzione della parete posteriore e anche all'articolazione dell'anca, ad un livello inferiore alla loro tolleranza. A seconda delle dimensioni e della configurazione della ghiandola prostatica, le dimensioni dei campi di irradiazione, il settore di oscillazione e la distanza tra il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia assi di oscillazione in condizioni di cambiamento di irradiazione mobile a due zone.

Se uno dei lobi della ghiandola è ingrandito e l'altro è piccolo, è necessario aumentare solo un campo di radiazione dal lato di una lesione della ghiandola più grande.

Singola dose di 1, Gy, totale - Gy. Rompere con una dose di Gy e continuare l'esposizione dopo settimane. Indicazioni: fasi iniziali della malattia - TN0M0. Irradiazione del tumore primario e dei linfonodi pelvici regionali. La terapia gamma a distanza viene effettuata con 4 campi statici con un angolo di 45 gradi: due campi nella parte anteriore, due nella parte posteriore, con un rapporto di carico radiale dai campi anteriore e posteriore 2: 1.

Il limite esterno del campo passa lungo la linea che attraversa il bordo interno dell'acetabolo. Dopo una dose focale totale di 45 Gy, i campi si riducono di dimensioni e l'irradiazione viene eseguita solo sul tumore primario mediante rotazione del settore a una o due zone fino a una il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia totale di Gy.

L'irradiazione viene effettuata in una dose di Gy ROD 1, Gy dopo una pausa di settimane. In presenza di lesioni metastatiche dei linfonodi, la dose totale totale a loro viene ridotta a Gy. Irradiazione del tumore primario e dei linfonodi della pelvi con l'inclusione di gruppi iliastici para-aortici e comuni di collettori linfatici.

La radioterapia viene eseguita durante l'assunzione di farmaci ormonali. In primo luogo, il tumore primario ei linfonodi regionali sono esposti a una dose focale totale di Gy. Al secondo stadio del corso di divisione, dopo una pausa di settimane, l'irradiazione dei linfonodi iliaci e para-aortici comuni è collegata da campi a due cifre, aventi la forma di una "U" invertita con schermatura del midollo spinale e dei reni a una dose focale totale di 40 Gy.

Quindi, il tumore primario continua ad essere irradiato con campi ristretti con un metodo mobile fino a una dose focale totale di Gy con un valore di dose singola di 1, Gy. Indicazioni: la diffusione del tumore sui linfonodi ukstaregionarnye - TNM0. Un volume maggiore di tessuto viene irradiato al primo stadio del trattamento con radiazioni. Una singola dose focale di 1, Gy viene somministrata ogni giorno 5 volte a settimana. La dose focale totale raggiunge Gy.

Quindi, solo la ghiandola prostatica e i tessuti adiacenti vengono irradiati. La maggior parte degli autori ritiene che una dose focale totale razionale calcolata nel centro della ghiandola dovrebbe essere a T - 60 Gy, a T2 - Gy, a T3 - Gy, a T4 - a più di 70 Gy.

In questo caso, la dose a una distanza di 4 cm dal centro della ghiandola dovrebbe raggiungere T -6 0 Gy, a T3 - Gy e a T4 - più di 70 Gy Hanks G. Utilizzando i fotoni al di sotto di 18 MeV, i campi anteroposteriori possono dosare fino a 45 Gy e una dose aggiuntiva collegando i campi laterali Goldobenko GV, Dati recenti sulla letteratura indicano progressi significativi nel trattamento delle radiazioni.

Sono presentati in Tabella. Come è la radioterapia per il cancro alla prostata, le conseguenze del trattamento - tali problemi sono di competenza dell'oncologo. Il cancro alla prostata, come tutti i tumori maligni, è una malattia piuttosto grave. Le cellule tumorali crescono e bloccano il lavoro di un organo.

Di solito, i medici suggeriscono di rimuovere una ghiandola malata. Molti pazienti hanno paura di tale trattamento e chiedono ai medici di prescrivere la radioterapia. Ma la scelta finale rimane per i medici. Prima dell'operazione o dell'esposizione alle radiazioni, il paziente è familiarizzato con tutte le possibili conseguenze di queste manipolazioni. La radioterapia per il cancro alla prostata è uno dei principali modi per curare una malattia.

La base di questo metodo è l'esposizione a radiazioni ionizzanti di particelle e radiazioni delle onde sulle cellule del corpo. L'irradiazione per il il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia alla prostata è assegnata a uno qualsiasi degli stadi, prima o dopo l'esecuzione della prostatectomia.

Il cancro alla prostata è ben curabile negli stadi 1 e 2. Nelle fasi 3 e 4, la malattia viene trattata chirurgicamente e solo quando è impossibile il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia l'operazione viene effettuata la radioterapia. A il trattamento del cancro alla prostata senza chirurgia il trattamento viene eseguito combinando entrambi i metodi. La radioterapia viene prescritta ai pazienti dopo la rimozione della prostata, se la probabilità di una recidiva è elevata.

In particolare, se un paziente PSA è pari a zero. Questo trattamento non è prescritto se il tumore è andato oltre la ghiandola prostatica, in presenza di numerose metastasi. Dopo il completamento del corso, le cellule tumorali muoiono, il suo sviluppo si arresta. La scelta del metodo di esposizione dipende completamente dalle condizioni del paziente, dalle sue caratteristiche individuali.

Inoltre, al paziente viene prescritta una terapia ormonale. Gli esperti considerano il problema di minimizzare gli effetti dell'esposizione.

I medici stanno cercando di prevedere quali complicazioni possono apparire dopo la procedura. Come risultato dell'esposizione alle radiazioni, le condizioni del paziente possono deteriorarsi in modo significativo. Dopo un esame completo, i medici determinano il numero di sessioni.